ANTICORRUZIONE - SITUAZIONE PRIMA DEL 01/09/2016
Indice
ANTICORRUZIONE
TRASPARENZA
SITUAZIONE PRIMA DEL 01/09/2016
Tutte le pagine

SITUAZIONE ANTECEDENTE AL 1 SETTEMBRE 2016

RESPONSABILE AZIENDALE DELLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE (RPC), 2013-2016

La Legge n. 190 del 6.11.2012 ‘Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella Pubblica Amministrazione’ ha introdotto l'obbligo per gli enti pubblici di individuare un responsabile aziendale della prevenzione della corruzione (R.P.C.) Tale figura è tenuta entro il 31 gennaio di ogni anno a proporre al Direttore Generale dell'Azienda l'adozione del piano triennale della prevenzione della corruzione, ed i relativi aggiornamenti annuali. Tra le sue attività anche la verifica dell'efficace attuazione del piano e della sua idoneità, nonché la proposta di modifiche dello stesso.

Nel triennio 2013-2016 L'Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana ha individuato come responsabile della prevenzione della corruzione la dr.ssa Simonetta Gerali, dirigente amministrativo di ruolo (deliberazione del Direttore Generale n° 780 del 20.08.2013). L'individuazione si è configurata come incarico aggiuntivo a quello già ricoperto di direttore U.O. Affari Generali, senza oneri aggiuntivi per l'azienda. Il RPC ha curato la predisposizione, l'adozione e l'aggiornamento delle misure anticorruzione fino al 1.9.2016, come sopra riporatte, svolgendo inoltre le attività di diffusione e monitoraggio dell'applicazione delle misure stesse.

RELAZIONI DI ATTIVITA' DEL RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AOUP

RELAZIONE DI ATTIVITA' 2016

RELAZIONE DI ATTIVITA' 2015

RELAZIONE DI ATTIVITA' 2014

RELAZIONE DI ATTIVITA' 2013

RESPONSABILE AZIENDALE TRASPARENZA , 2013-2016

Nel triennio 2013-2016 L'Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana ha individuato quale Responsabile della Trasparenza la Dott.ssa Gabriella Pellegrini, dirigente amministrativo di ruolo (deliberazione del Direttore Generale n.802 del 22/08/2013), senza oneri aggiuntivi per l'azienda. In tale veste ha curato la predisposizione, l'adozione e l'aggiornamento delle misure per la trasparenza fino al 1.9.2016, come sopra riportate, svolgendo inoltre le attività di diffusione e monitoraggio dell'applicazione delle misure stesse.