Pronto Soccorso

pronto_soccorso

cosa cerco

per i familiari

assistenza tecnica portale web

accesso autenticato



I collegamenti qui sopra non sono utilizzabili. Per assistenza sulle credenziali, contattare la UOC Infrastrutture Zona Centro (ex UOSI/UORTI).

Sez Dip. Chirurgia Generale
Indice
Sez Dip. Chirurgia Generale
Personale
Ricovero
Ambulatorio
Altra attività istituzionale
Tutte le pagine

Stabilimento di Cisanello

Edificio 6

Direttore *:

Prof. Giulio di Candio

Segreteria: tel 050996820; 050543695 fax 050543692

Reparto: stanza medici 050995470 stanza infermieri 050996816

La Chirurgia Generale Universitaria è un reparto impegnato nel trattamento di tutte le patologie di competenza del chirurgo generale con particolare attenzione e dedizione al trattamento di casi oncologici.

La struttura è dotata di 21 posti letto, più 4 di terapia sub-intensiva. Si avvale anche per la degenza post-operatoria di 8 posti letto della terapia intensiva post-chirurgica della U.O. Anestesia e Rianimazione 1.

Il reparto è Centro Regionale di Riferimento per la Chirurgia Mini-Invasiva e Nuove Tecnologie in Chirurgia

Gli interventi comunemente eseguiti presso il reparto sono relativi al trattamento delle neoplasie di: pancreas, fegato e vie biliari, esofago e stomaco, colon-retto, surrene, rene e vie urinarie, utero ed annessi, collo.

Gli interventi a carico di tali organi possono essere proposti, a giudizio dei chirurghi di riferimento e nell’interesse del paziente, con tecnica tradizionale laparotomica, laparoscopica oppure robotica.

All’interno della SD sono a disposizione tecniche e competenze di trattamento percutaneo (radiofrequenza, microonde, HIFU) che consentono di valutare per ciascun paziente anche la possibilità di eseguire terapie meno invasive o di combinarle alla chirurgia quando indicata.

Tutti i casi oncologici vengono gestiti in stretta collaborazione con i GOM (gruppi oncologici multidisciplinari) al fine di adottare per ciascun paziente la combinazione migliore di chirurgia, chemioterapia, radioterapia o trattamenti loco-regionali.

Collaborazioni strette con altre U.O. esistono riguardo alla chirurgia dei linfomi, al trattamento multidisciplinare dell’endometriosi profonda, al posizionamento di dispositivi per chemioterapia nei bambini e degli accessi vascolari per emodialisi.