Pronto Soccorso

pronto_soccorso

cosa cerco

per i familiari

assistenza tecnica portale web

accesso autenticato



I collegamenti qui sopra non sono utilizzabili. Per assistenza sulle credenziali, contattare la UOC Infrastrutture Zona Centro (ex UOSI/UORTI).

UO Chirurgia dell' Esofago
Indice
UO Chirurgia dell' Esofago
Personale
Ricovero
Ambulatorio
Altra Attività Istituzionale
Tutte le pagine

Stabilimento di Cisanello

Edificio 30

Direttore o Responsabile

Dott. Stefano Santi

tel 050.997411

fax 050.997412

reparto 050.997814

La UO Chirurgia dell'Esofago è una delle poche unità operative italiane dedicate al trattamento delle malattie dell'esofago e dello stomaco; essa è nata per garantire la prosecuzione dell'attività del Centro Regionale di Riferimento per la Diagnosi e la Terapia delle Malattie dell'esofago istituito nel 2000 presso la U.O. di Chirurgia Generale IV diretta dal Dr. Mauro Rossi, prematuramente scomparso ad aprile del 2010. Dalla sua istituzione, nel Centro sono stati osservati e trattati più di 3000 pazienti con malattie dell'esofago funzionali e benigne ed oltre 1200 pazienti con neoplasia esofagea o gastrica . La Unità Operativa è dotata delle competenze tecnico-scientifiche e della strumentazione adeguata per il corretto inquadramento diagnostico e terapeutico della malattie funzionali e neoplastiche dell'esofago del cardias e dello stomaco.

L'approccio diagnostico-terapeutico alle patologie sia funzionali che neoplastiche è Multidisciplinare con il coinvolgimento dei professionisti afferenti alle diverse branche specialistiche necessari caso per caso (Otorinolaringojatri; Gastroenterologi; Radiologi; Oncologi; Radioterapisti; Anestesisti; Fisioterapisti; Nutrizionisti ecc).

Il Centro dispone dell'ecoendoscopia e delle tecniche di magnificazione dell'immagine endoscopica, di ablazione con radiofrequenza e di mucosectomia per consentire la diagnosi ed il trattamento di neoplasie in stadio iniziale. Nelle malattie benigne e funzionali dell'esofago l'approccio chirurgico è quasi esclusivamente mini-invasivo (laparoscopico, toracoscopio o robotico). Nel paziente candidato ad intervento chirurgico per patologia neoplastica, particolare attenzione viene posta all'adeguatezza della terapia antalgica perioperatoria ed all'impiego delle tecniche chirurgiche mininvasive (laparoscopia, toracoscopia e robotica).